Un bambino del catechismo mi ha chiesto …

dato che quest’anno ci avvicineremo ai Vangeli: “Quale è il tuo brano di Vangelo preferito?”

Al momento me ne venivano in mente diversi, però  alla fine ho scelto questo di Lc 10,38-42, perché mi è spesso d’aiuto nel mio cammino.

Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò. 39Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. 40Marta invece era distolta per i molti servizi. Allora si fece avanti e disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». 41Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, 42ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta.

Ho passato quasi tutta la mia vita ad essere Marta, sempre indaffarata, sempre con l’ansia di riuscire a fare tutto, sempre stanca e insoddisfatta, perché, ovviamente, non vedevo mai la fine di questo mio darmi da fare.

Poi ho dovuto fermarmi e iniziare a dare un senso e un ritmo diverso al mio fare e così ho riscoperto una chiave diversa di lettura di questo brano.

Ho sempre pensato che se Marta non si fosse data da fare chi avrebbe fatto i servizi necessari ad una buona accoglienza? E’ facile, a parole, capire che Maria ha scelto (e anche qui si potrebbe dissertare sulla propria libertà di scegliere!!!) la parte migliore, ma se tutti facessimo così, chi porterebbe avanti il mondo?

La nuova chiave di lettura mi ha portato invece a notare che:

  • mi affannavo per molte cose, ma quali erano e quali sono quelle veramente importanti?
  • come faccio a scegliere cosa lasciare e cosa tenere?
  • il tempo dedicato allo Spirito può essere utile in queste scelte?
  • non potevano Marta e Maria sedersi entrambe ad ascoltare e, poi, collaborare insieme e svolgere i servizi di accoglienza?

Quando mi capita ancora di farmi prendere dalla frenesia, mi fermo, ripenso a questo brano e rimetto ordine nelle mie priorità.

La frase per iniziare bene la tua giornata:

Quasi la metà di tutte le nostre angosce e le nostre ansie derivano dalla nostra preoccupazione per l’opinione altrui.
(Arthur Schopenhauer)

Buona giornata.

 

 

 

 

 

2 pensieri su “Un bambino del catechismo mi ha chiesto …”

  1. …a yoga spessissimo prendono questo passo per discuterne… non è semplice afferrare il significato preciso e più profondo. Quello che dovremmo ricordare, come dici tu è il non-affannarsi… Gesù la rimprovera per “l’affanno” che mette nel fare le cose e ricorda che la cosa più importante è il nostro spirito… Trovo che sia molto difficile seguire questo insegnamento, siamo così travolti dalla vita che a volte sempre impossibile fermarci un attimo… Però vale la pena tentare!

    "Mi piace"

    1. Ogni tanto mi fermo a pensare a come e a cosa ci ha portato a tutto questo correre?!? Le nostre mamme avevano meno comodità di noi, spesso gestivano famiglie numerose, alcune lavoravano in fabbrica eppure …
      Forse la risposta sta proprio nella mancanza di attenzione alla nostra spiritualità. L’uomo si differisce dalla macchina proprio per la componente spirituale, che però sembra essere così poco produttiva.
      Allora guardo ancora alle nostre mamme e anche ai papà, hanno ricostruito una nazione, hanno permesso ai figli di studiare, hanno comprato casa … possiamo definirli non produttivi? Direi di no.
      Che il segreto stia in quell’atteggiamento che faceva dire a Renzo “La c’è la Provvidenza!!!”?!?
      Grazie per il commento e buona settimana.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.