Ci facciamo un selfie?!?

Mi sono sempre chiesta cosa spingesse alcune persone ad immortalarsi in scatti, generalmente, molto simili. Poi, un giorno, ho letto una descrizione sotto un selfie, che mi ha fatto riflettere: “Ogni giorno mi scatto una foto per ricordare a me stessa il lungo cammino che ho fatto e che mi ha portato ad essere quella che sono. Non posso mollare e gettare al vento tante fatiche” La persona in questione aveva fatto un lungo percorso per uscire da una realtà di sovrappeso.

Non avevo mai dato una lettura “profonda”, che andasse oltre …

In effetti dietro ai selfies si possono celare la voglia di autostima, di capire come gli altri ci vedono, di migliorarsi, oppure …

di divertirsi, in autonomia, con scatti un po’ più “avanzati”, un gioco che può richiedere un po’ di tempo, ma che sono sicura ti distrarrà dai mille pensieri che occupano ogni giorno la tua testa!!!

Guarda alcuni consigli di una simpaticissima “professoressa” del selfie

“…fai un selfie anche solo per la tua memoria personale. Mostra l’energia del momento, l’amore che è stato condiviso …”

Giocare con noi stessi, senza giudicarci, sorridendo, può essere mooooolto benefico …

La frase per accompagnarti oggi:

Mi raccomando non mi tolga le rughe, ci ho messo 50 anni per averle!
(Anna Magnani, rivolta al fotografo)

Buona giornata.

 

 

 

Annunci

3 pensieri su “Ci facciamo un selfie?!?”

  1. aiuto! non ho mai amato i selfie se non in casi “estremi” cioè quando sei in un bel posto e non c’è nessuno che possa farti una foto…
    Ad ogni modo guarderò i consigli, magari tornano utili :OO 🙂

    Mi piace

    1. Anche io non avevo mai provato, se non per sperimentare le varie telecamere dei telefoni nuovi!!! Però ho scoperto, che con qualche accorgimento, si possono ottenere dei risultati soddisfacenti, s’imparano alcune cose su noi stesse, si può giocare a prenderci meno sul serio (tanto chi ti vede?!?) e anche a correggere alcune posture, a scoprire cosa ci valorizza di più … La differenza con lo specchio? Per quanto impercettibile, lo specchio riflette un’immagine in movimento, la fotografia blocca l’attimo. Unico limite? Il tempo. Purtroppo non è una cosa che si può fare in cinque minuti!!! Grazie per il commento e buona serata.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.